19.1.05

voi, che sapete

voi, che sapete che cosa è amor,
donne, vedete, s'io l'ho nel cor,
donne, vedete, s'io l'ho nel cor.
Quello ch'io provo, viridirò,
è per me nuovo capir nol so.
Sento un affetto pien di desir,
Ch'ora è diletto,
ch'ora è martir.
Gelo, e poi sento l'alma avampar,
e in un momento torno a gelar.
Ricerco un bene fuori di me,
non so chi il tiene, non so cos'è.
Sospiro e gemo senza voler,
palpito e tremo senza saper.
Non trovo pace notte, nè dì,
ma pur mi piace languir cosi.
Voi, che sapete che cosa è amor,
donne, vedete, s'io l'ho nel cor,
donne, vedete,
s'io l'ho nel cor.

cherubino.

(arietta, mozart)